Taoismo
 Buddismo
 Sciamanesimo
 I famosi templi


Religioni
La maggior parte dell'Asia Orientale fanno capo a una corrente spirituale, ma la Corea rinnega una semplice etichetta religiosa. Le forti tradizioni di Sciamanesimo, Confucianesimo, Taoismo, Buddismo, Cristianesimo, e vari altre religioni permeano la cultura coreana a tutti I livelli della Societa. Sebbene molti coreani appartengano a una sola fede, essi permettono che tutte le correnti spirituali del paese abbiano un ruolo importante nella loro vita. I Coreani, come altri popoli asiatici, matengono vive tradizioni antiche come il Kut , o cernonie di esorcismo che si richiamano a quelle degli stregoni del Nord America e dell'Africa. Lo Sciamanesimo e tuttora presente in Corea, ad esempio nel culto di Sanshin, un dio non buddista della montagna che viene venerato in speciali reliuaiari ritrovati persino nei cortili dei templi biddisti. lementi sciamanici si sono infiltrati anche nelle cermonie confuciane dedicate ai Sajik, gli "dei della terra e del raccolto"
La venerazione di Tan'gun, il mitico fondatore della razza e della civilta coreana, e stata incoraggiata perfino dal governo, che se ne e servito per infondere maggiore patriottismo nel popolo. In linea di massima il culto di Tan'gun puo essere separato dal vero e proprio Sciamanesimo, ma nella paratica reale e nella mentalita di molti coreani e inseparabile dal mondo sciamanico degli spiriti.

Taoismo
Il Taoismo e praticato in Corea dapiu di 1,300 anni, ma esempi vive della sua presenza sono oggi piuttosto rari. Sebbene in passato si siano spesso studiati testi taoisti e alcuni tempi buddisti siano serviti come luoghi di culto taoista durante il declino dell'era Koguryo (37 a.C - 668 d.C), oggi sopravvivono pochi resti dell'antica arte taoista, a eccezione di alcuni dipinti della dinastita Yi. Fra I pochi simboli dell'eredita taoista, I piu importanti sono I caratteri cinesi indicanti longevita(su) e fortuna(pok), che vengono utilizzati come motivi decorativi per abiti, biancheria, gioielli ecc.
In Corea, il Taoismo raggiunse il suo massimo splendore durante il regno unificato dei Silla (668-918). Oggi, pur non essendo oggetto di studi approfonditi sta vivendo una specie di rinascita grazie a un nutrito numero di sette religiose moderne che si ispirano ai suoi insegnamenti. I coreani, in realta, non l'hanno mai considerato speriamente ma riconoscono che le letture di Laotze e di Chuang-tze sono testi validi e complemetari dei pensieri buddista e confuciano. Il Buddismo si impone in Corea come una delle piu importabti, se non la principale, tra le fonti culturali. Questa religione pone in rilievo la ricerca, nel corso della vita, dell'autorealizzazione.
Nei tempi antichi il Buddismo si divise in un certo numero di scuole spirituali, ma le principali la Hinayana, ottennero il maggior numero di adepti al di fuori dell'India. La scuola Mahayana, che prendeva l'accettazione di qualsiasi metodo pratico in favore della salvezza, si diffuse nella parte occidentale dell'india e infine penetro in Cina dall'ovest, lungo l'antica Via della Seta.
Questa forma di Buddismo settario, con la sua accettazione di diversita locali che attiravano le mase ai tempi, si rivelo molto gradita ai cinesi e successivamente ai coreani.
Secondo alcune testimonoianza storiche il Buddismo penetro nel piu settentrionale dei regni della Corea, il Koguryo, nel giugno del 372 d.C. Sebbebe per un certo periodo l'antico culto cinese fosse stato largamente accettato, il Buddismo divenne la prima, vera religione istituzionalizzata in Corea. Nel sud, I regni Paekche(18 a.C - 661 d.C) e Silla (57 a.C -631 d.C) accettarono gradualmente questa nuova fede, riconoscendo I meriti politici, culturali e filosofici della teocrazia buddista. Fu il regno Paekche a trasmettere il Buddismo al Giappone; tuttavia, a causa dei costosi sforzi di espansione, il Paekche, sebbene spiritualmente forte, divenne debole dal punto di vista economico e militare. Verso il 661 fu sottomesso dal confinante regno Silla. Quest'ultimo conquisto poi l'intera penisola; il Budismo fiori e la sua cultura raggiunse un ruolo preminente nel governo unificato (661-918). In questo periodo della storia e in quella successivo della dinastia Koryo I templi divennero centri di cultura e I monaci buddisti occuparono molti posti di prestigio all'interno della societa.
Nel X secolo, la graduale corruzione della dinastia unificata del Silla rese necessaria la formazione di un governo piu forte. Nacque cosi la dinastia Koryo(918-1392) e il Buddismo rifiorii piu forte che mai. Durante questa era, Wonhyo, uno dei piu grandi pensatori del tempo, domino l'ambiente religioso sia all'interno che all'esterno della Corea. Anche la dinastia Koryo, come quella unificata del Sila, degenero lentamente: la forza filosofia emergente fu chiamata Confucianesimo o Hyodo.
Nel 1392 la dinastia Yi (1392-1910) ando al potere con un colpo di stato militare guidato da un generale, Yi Song-gye, che in seguito si attibui il nome di Taejo, o "Il Grande Fondatore". Sebbene lui e la sua famiglia fossero buddisti, uno dei primi atti del suo regime fu la confisca delle proprieta dei templi privilegiati e la privazione del potere dei monaci. Da quel momento il Budismo sopravvisse faticosamente agli attacchi degli studiosi di corte del Neoconfucianesimo. I sovrani della dinastia Yi avrebbero douto considerare favorevolmente la religione, ma in realta il Buddismo era stato scaciato dalle rocaforti del potere di Seoul fino agli eremi tra le montagne. Lo stato sociale dei monaci fu spesso ridotto a livello dei comici itineranti o delle prostitute. Solo di recente I monaci e le religiose buddiste hanno ottenuto nuovamente incarichi di prestigio.


Copyright 2002 Souvenircorea, tutti i diritti riservati.
Invia liberamente i tuoi commenti o suggerimenti riguardanti il sito anche se
hai problemi nell`utilizzo del site invia e-mail (lanki@souvenircorea.com)